Modalità rimborso

Modalità di rimborso per biglietti e abbonamenti

Gentili spettatrici e spettatori,
come tutti saprete, al fine del contenimento della pandemia COVID-19, tutti gli spettacoli e gli eventi teatrali sono stati sospesi fino a prossima comunicazione: nel caso del Teatro degli Impavidi e di Fuori Luogo La Spezia sono annullati gli spettacoli in programmazione dal 5 marzo al 3 maggio 2020.

In base alle disposizioni previste dal Decreto Cura Italia del 17 marzo (Decreto Cura Italia del 17 marzo 2020, Art. 88 – Rimborso dei contratti di soggiorno e risoluzione dei contratti di acquisto di biglietti per spettacoli, musei e altri luoghi della cultura), per tutti coloro che sono in possesso di un abbonamento alla stagione 2019-2020 oppure avessero già acquistato un biglietto per alcuni eventi, sono possibili due opzioni:

1 – RIMBORSO TRAMITE VOUCHER

2 – ADESIONE ALLA CAMPAGNA #IORINUNCIOALRIMBORSO

1 – RIMBORSO TRAMITE VOUCHER

a) POSSESSORI DI BIGLIETTO PER UNO O PIÙ EVENTI

Se ha già acquistato un biglietto per uno o più spettacoli in oggetto, potrà richiedere un voucher dello stesso importo del biglietto (o dei biglietti) acquistati, da utilizzare entro un anno dall’emissione del voucher.

Per farlo basterà mandare la richiesta di voucher via mail all’indirizzo teatroimpavidi@associazionescarti.it, specificando numero di biglietti, evento e importo, entro il 15 maggio 2020.

I voucher potranno essere consegnati su appuntamento al ripristino delle attività di biglietteria, che non mancheremo di comunicarvi: si raccomanda di conservare il biglietto originale al fine di consegnarlo al momento del rilascio del voucher.

b) ABBONATI

Per coloro che sono in possesso di un abbonamento sarà possibile richiedere un voucher del valore corrispondente ai ratei non goduti (ovvero alla quota corrispondente agli spettacoli annullati), da scalare dall’acquisto del vostro prossimo abbonamento o valido per l’acquisto di biglietti nella prossima stagione teatrale.

Per farlo basterà mandare la richiesta di voucher via mail all’indirizzo teatroimpavidi@associazionescarti.it, specificando nome e tipologia di abbonamento.

I voucher saranno consegnati su appuntamento al ripristino delle attività di biglietteria, che non mancheremo di comunicarvi o all’apertura della campagna abbonamenti della prossima stagione. Si raccomanda di conservare l’abbonamento al fine di consegnarlo al momento del rilascio del voucher.

MODALITÀ DI UTILIZZO DEL VOUCHER

In caso di abbonamento, il valore verrà scalato alla sottoscrizione del prossimo abbonamento o per l’acquisto di nuovi biglietti nella prossima stagione teatrale.

Nel caso di singoli biglietti, il voucher potrà essere utilizzato per l’acquisto di nuovi biglietti dopo la ripresa delle attività.

Nel caso il valore del voucher fosse superiore al valore del futuro biglietto per lo spettacolo prescelto, lo stesso potrà essere riutilizzato anche per altri spettacoli fino alla completa compensazione.

Nel caso, invece, il voucher sia di importo inferiore al valore del biglietto per lo spettacolo prescelto, sarà emesso un buono da utilizzare per l’acquisto di ulteriori biglietti, valevole nei medesimi termini e condizioni di cui al primo voucher.

Le somme non trasformate in voucher, saranno ascritte a “donazioni”.

2 – #iorinuncioalrimborso

Ringraziamo anticipatamente chi di voi deciderà di aderire alla campagna nazionale #iorinuncioalrimborso e rinunciare alla richiesta di voucher, per sostenere con un piccolo ma significativo contributo la Cultura e il Teatro.

#iorinuncioalrimborso è una campagna partita da numerosi spettatori dei teatri italiani, che hanno deciso spontaneamente di rinunciare al rimborso dei biglietti già acquistati in modo da sostenere “dal basso” un settore che come tanti altri – e forse più di altri – sta subendo e subirà forti conseguenze negative in termini economici ed occupazionali da questa crisi.

Anche nel nostro caso, tutte le attività dell’Associazione Gli Scarti sono state interrotte, (gli eventi e le stagioni del Teatro degli Impavidi, di Fuori Luogo La Spezia, la formazione teatrale presso il D!alma – cantiere creativo urbano, le tourneé e le produzioni di spettacoli, i progetti nelle scuole e quelli destinati alle fasce deboli – disabili, detenuti, anziani). Tutte attività che prevedono necessariamente il rapporto diretto e “dal vivo” con i propri spettatori e destinatari e che presumibilmente saranno tra le ultime a poter tornare alla normalità al termine di questa crisi.

Ciò si sta traducendo in una situazione molto difficile dal punto di vista economico per la nostra realtà, e soprattutto per i nostri dipendenti e collaboratori e le loro famiglie.

Spesso si dimentica che il nostro settore, quello della cultura, è fatto di persone che lavorano con una precisa professionalità e con famiglie a carico; persone che con la loro attività producono ricchezza, non solo artistica o sociale, ma anche economica, ossia reddito: attori, registi, tecnici, macchinisti, scenografi, fonici, danzatori, organizzatori, amministrativi, addetti stampa, formatori, educatori etc etc

Alcuni di voi per sostenerci stanno rinunciando spontaneamente alla richiesta di Rimborso per supportarci in questo momento difficile.

Ringraziamo questi spettatori e chi di voi deciderà di fare lo stesso. Ma ringraziamo comunque tutta la nostra comunità teatrale, qualunque sia la volontà, in alcuni casi la possibilità concreta, di offrire o meno questo contributo. Il più grande sostegno per noi sarà quello di sapere, che al termine della crisi, ci ritroveremo ancora nuovamente a teatro, tutti insieme.

PER TUTTE LE INFO SARÀ ATTIVO IL TELEFONO
DELLA BIGLIETTERIA
NEI SEGUENTI ORARI:

lunedì mercoledì giovedì
dalle 9.30 alle 12.30

Torna su
X