Sabato 31 luglio 2021

Ex Ceramica Vaccari / Santo Stefano di Magra

19,45 Cardelli e Fontana

KOINÈ Genova/CRISTIANO FABBRI
Perchè mi hai abbandonato

durata 50 min

Di Cristiano Fabbri
Con Rocco Colonnetta e Cristiano Fabbri
Luci Andrea Torazza
Disegno Sonoro Guido Affini
Produzione Koinè Genova
Sostegno alla produzione Teatro della Tosse (Festival Resistere e Creare),Spaziodanza Genova
Distribuzione ASSOCIAZIONE SVILUPPO danza ARBALETE

L’incipit sulla figura del padre e la sua assenza, il suo valore simbolico, ha portato il lavoro ad essere anche una sorta di Genesi: metafora delle stagioni, del ciclo della vita e della lotta per trovare il proprio posto, la propria ragione d’essere nell’inesorabile architettura della società degli uomini – una progressione dove tutto pare già destinato, ordinato, conquistato – dove i nuovi sono introdotti e condotti, alle volte obbligati a seguire le orme dei predecessori. Ma non solo questo aspetto. Oggi anche se più diluito rispetto al passato, dove lo scontro con l’autorità, la tradizione, la legge del padre, era più forte, esiste ancora il confronto e certamente la necessità di trovarlo; necessità che cova nella ribellione latente di una generazione che si sente abbandonata, che non sembra avere i mezzi per vincere lo scontro. Nonostante lo sviluppo tecnologico e la maggiore istruzione mancano strumenti concreti per creare il proprio domani e sovvertire un ordine, inteso più come indirizzo, come condotta che ha frantumato e disgregato, dilapidato patrimoni naturali e culturali.


21,00 Spazio Acim

BALLETTO CIVILE
LO-piccole visioni sul potere del corpo per un’ indagine sul desiderio

durata 8 min

A cura di Michela Lucenti
Azioni fisico drammaturgiche create da Attilio Caffarena e Elena Ballestracci
Produzione Balletto Civile
Suggestioni a partire da Lolita di Vladimir Nabokov .

“La mente che tutto cancella la carne placare non può. Comincia a sognare siamo tutti malati di LO.”


21,30 Calibratura

BALLETTO CIVILE
Pezzo orbitale – dedicato a chi cade

durata 60 min

Ideazione e coreografie Michela Lucenti
Danzato e creato con Balletto Civile: Michela Lucenti, Maurizio Camilli, Maurizio Lucenti, Emanuela Serra, Alessandro Pallecchi, Giulia Spattini, Paolo Rosini
Strings and loops/Paolo Spaccamonti, Andrea Nasso
Produzione Balletto Civile e Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

La mia anima è una misteriosa orchestra; non so quali strumenti suoni e strida dentro di me: corde, arpe, timpani e tamburi. Mi conosco come una sinfonia.
F. Pessoa

Pezzo Orbitale è pensato come un happening fisico, un esercizio di ascolto puro tra voce corpo e musica grazie anche alle composizioni estemporanee.
Mettiamo tutta l’attenzione alla relazione con l’altro. Corpi impegnati, vigili, attenti nel compiere traiettorie, nel deviare il corso di un altro corpo. La risoluzione avviene attraverso l’incontro.
Sostare, al microfono, serve a creare una temporanea colonna sonora che accompagna un tragitto.
Usiamo lo spazio compiendo orbite intorno ai corpi, ognuno di noi diventa punto di riferimento e satellite, disegnando ellissi. L’errore entra in partitura.L’errore è la parte variabile e rende il danzare imprevedibile.
Dedicato a chi cade perché il nostro cadere sta alla base della variabilità, ci tiene al sicuro da un’omologazione imbarazzante. E ci rende unici. Dedizione e devozione. L’ispirazione inciampa come i nostri corpi, scivola e si attorciglia. Cerchi una cosa e ne trovi un’altra. Poi all’improvviso le terminazioni nervose si allineano, le frecce si mettono nello stesso flusso e lo spirito creativo, fino a quel momento assopito, mosso da qualcosa di sconosciuto si muove nell’imprevedibile, trova una via, la scava, si fa spazio e luce e il rotolare scomposto prende forma, si quieta.L’imprevisto interrompe il caos, riordina le cose e le mette in fila. Sta succedendo, non dura più di un attimo, l’ispirazione si materializza subitanea, ed impalpabile e effimera va ascoltata, lasciata fluire nel suo evolversi così pian piano prende il giro giusto, aumenta la velocità, pulisce se stessa come un gatto con il proprio pelo, elimina i residui, scorie di pensiero che gli impedivano di manifestarsi. E all’improviso non sei più tu che decidi, molli gli ormeggi e ti fai trasportare in balia di una sensazione chiara, qualcuno lo chiamerebbe stato di grazia.
Dedizione e devozione.


23,00 Cardelli e Fontana

BRUTAL CASUAL MAGAZINE
(Jacopo Benassi e Lady Maru)

Produzione Azienda Speziale PalaExpo- Mattatoio/ Progetto Prendersi Cura

Brutal Casual Magazine è il progetto del fotografo e performer Jacopo Benassi e la dj producer Lady Maru.  è un live set con influenze di ebm, industrial, synthpunk e noise, a cui si aggiunge la  fotografia in presa diretta usata come uno strumento musicale. Tutto il set verrà documentato in tempo reale per creare un magazine fatto di slogan, foto e suono, grazie al lavoro di  auto documentazione random della macchina fotografica (e del registratore). è un modo surreale di rendere omaggio alle sottoculture più nascoste  (dal postpunk deviato alle avanguardie “grottesche”) tramite varie discipline (il suono, la fotografia e la performance visiva e dei movimenti). Questo è il primo album in cassetta per la label di culto underground spagnola “Industrial Complexx”.

Saranno garantite tutte le norme di distanziamento sociale e la massima sicurezza per spettatori e artisti. Date le capienze limitate, è necessaria la prenotazione.

INFO & BIGLIETTERIA

Biglietti
Singolo spettacolo/performance – 5€

Abbonamento giornaliero (4 spettacoli/performance) – 15€
Abbonamento 3 giorni – 30€

E’ possibile acquistare i biglietti presso
Biglietteria del Teatro degli Impavidi: tutti i giorni dalle, 9.30-12.30 eccetto i lunedi e mercoledi
IAT Sarzana – P.zza S. Giorgio, 19038 Sarzana SP
Online sul sito www.vivaticket.it

INFO
teatroimpavidi@associazionescarti.it e 3464026006
(attivo negli orari di apertura della biglietteria Teatro degli Impavidi)

Si ringraziano Comune di Santo Stefano di Magra, Galleria Cardelli e Fontana (Massimo Biava), Sporfortfun – Skatepark (Matteo Bagnone), ACIM, Bar Giamaica, Progetto NOVA

PROGRAMMA

Torna su
X